Categorie
Costituzione Covid Libertà

Tempi duri…

Tempi duri e menti durissime… Ma non si può ignorare quanto sta accadendo, anche se la ragione fatica a spiegarselo.

Tempi duri…menti durissime.

Anni di governi italiani non eletti ci hanno ‘addestrato’ a far passare abusi alla Costituzione e alla libertà sempre più grandi. E infatti, ora che siamo arrivati ad inasprire le varie misure anti costituzionali, la maggioranza non solo non si scandalizza, ma addirittura si schiera con il potere anti-democratico. D’altronde – Hannah Arendt docet – anche la comunità ebraica tedesca, aveva collaborato con i nazisti… e questa la dice lunga sulla tendenza del genere umano.
Quindi se benpensanti e benestanti invocano a gran voce le misure cosiddette ‘ anti Covid’ e scambiano la libertà con il benessere del consumo al ristorante, della fruizione di sale cinematografiche, teatri, dell’uso di piscine e palestre, del soddisfacimento del desiderio di vacanze e viaggi.. non c’è, purtroppo, da stupirsi.
Ma ciò che sta accadendo va ben più in là e tutto gira, come sempre, intorno al dio denaro. Lo spiega – tra i tanti – molto chiaramente Catherine Austin Fitts (vedi il video) che con un’analisi chirurgica colloca l’arrivo ‘provvidenziale’ del virus Covid-19 in questo momento storico..
E così il potere gioca con la paura di morire delle masse e istiga alla divisione – Dividi et impera – come sempre ha fatto: fascisti e non fascisti, comunisti e democristiani, settentrionali e meridionali, migranti-non migranti, eterosessuali-omosessuali, uomini-donne, vaccinati – non vaccinati…. Ed in questo modo isola, crea caos e distrae le masse da quanto accade veramente.

E noi tutti abbocchiamo a questo succulento amo, senza comprendere che il problema non siamo ‘noi’ ma che l’unica vera divisione è fra gli sfruttati e gli sfruttatori…
Intanto – e non entro nel merito, sebbene abbia una precisa opinione – si creano ‘schedature’ pubbliche e discriminazioni (alla faccia dei diritti universali del cittadino, della costituzione italiana, delle direttive europee, dei valori di rispetto e libertà di scelta) fra chi ha la tessera verde (anche quella del partito fascista era verde….) e chi non ce l’ha.
Intanto si impone – implicitamente – alla popolazione un vaccino a base mRNA (tipologia MAI utilizzata prima sull’essere umano) che non ha seguito alcun iter scientifico di ricerca e sperimentazione e che per queste ragioni NON può essere imposto obbligatoriamente in maniera esplicita. Infatti… chi si vaccina deve firmare un consenso informato (‘informato’ è colui che si sottopone alla somministrazione ed è a conoscenza di tutte le reazioni avverse e controindicazioni del farmaco, illustrate – appunto – nel documento di consenso informato che sottoscrive…). Ma – ahimè – dalle ricerche a campione effettuate sul campo… risulta che la stragrande maggioranza, non solo non sia ‘informata’ ma che nemmeno abbia letto che cosa firmava…
In questo scenario orwelliano di dis-informazione tutto diventa possibile!
Scrivere sempre e solo mezze verità aiuterà, pian piano a far entrare nella ‘norma’ lo spudorato utilizzo della menzogna. Nessuno si chiederà, dopo un po’, se quanto ascolta, legge e sente sia vero…. Si berrà col caffè mattutino tutte quelle notizie non filtrate… come fossero verità.
Poi arriva l’Afganistan, al momento giusto, proprio quando il Covid-19 sta diventando un’abitudine…
La domanda che mi pongo, profondamente mi inquieta: cosa arriverà la prossima volta?


Qui il link al video di Catherine Austin Fitts:

https://rumble.com/embed/v9v7ca/?pub=4